Vendetta e giustizia selvaggia: Ecuba in "Titus Andronicus"

Autori

  • Silvia Bigliazzi Università degli Studi di Verona

Abstract

Quello della violenza femminile, subita e agita, è un tema caro a Shakespeare negli anni Novanta. In Titus Andronicus essa diventa duplice, coinvolgendo sia Tamora, che subisce la violenza di Roma nel rito scarificale del figlio, come vendetta comunitaria contro il nemico, sia Lavinia, che a sua volta diviene oggetto della violenza vendicativa di Tamora per il tramite dei figli maschi. In entrambi i casi, come poi in quello della vendetta altrettanto feroce di Titus, Shakespeare esplora la natura selvaggia di una forma di giustizia privata in un contesto in cui il concetto stesso di giustizia come valore comunitario si è perso, insieme a quello di pietas romana, oltre che di pietà e compassione umane. L’articolo discute come questa tragedia shakespeariana giovanile instauri dei parallelismi tra personaggi maschili e femminili nell’attribuire all’agire vendicativo tratti sia di debolezza che di feroce bestialità rinvenibili, in particolare, in una figura citata in luoghi centrali del testo: Ecuba. Il modello individuato è quello dell’Ecuba vendicatrice del figlio Polidoro sul trace Polimestore, alleato dei Greci, come trasmesso dall’omonima tragedia euripidea, ancor più che dal poema ovidiano. Centrale nella discussione è la disamina della dinamica che conduce alla risoluzione di antinomie radicali, come quella tra civiltà romana e barbarie, attraverso l’adozione di una prospettiva ambigua sulle ragioni, e gli effetti, della reciproca vendetta di Goti e Romani.

Biografia autore

Silvia Bigliazzi, Università degli Studi di Verona

Silvia Bigliazzi è Professore di Letteratura inglese e Direttore del Centro di Ricerca Skenè presso l’Università di Verona. Tra le sue aree di interesse il Rinascimento inglese, con particolare riguardo a Shakespeare e alla poesia elisabettiana e metafisica, l’eredità classica tra Cinque- e Seicento, oltre agli studi sulla traduzione, sulla performance e sul rapporto fra le arti, anche in ambito modernista. Le sue pubblicazioni shakespeariane includono volumi su Hamlet, il concetto di ‘nulla’, The Tempest e Romeo and Juliet. È co-direttrice della collana Global Shakespeare Inverted (Bloomsbury), della rivista online Skenè. Journal of Theatre and Drama Studies, e della collana Anglica (ETS).

##submission.downloads##

Pubblicato

09 nov 2019

Come citare

Bigliazzi, S. «Quot»;. Testo E Senso, n. 20, novembre 2019, https://testoesenso.it/index.php/testoesenso/article/view/411.

Fascicolo

Sezione

Dossier: V per Vendetta (Fenomenologia linguistica e letteraria del personaggio vendicatore)