Mariti adulteri e mogli vendicatrici nel salotto borghese di Alexandre Dumas fils

Maria Grazia Porcelli

Abstract


L’azione della vendetta, tradizionalmente connessa alla tragedia, si ripresenta imprevedibilmente, in una forma meno sanguinaria ma altrettanto efficace, a metà Ottocento in Francia, nella comédie sérieuse. Il genere teatrale che trionfava sulle scene, rivolto a un pubblico borghese, caratterizzò una fortunata stagione della drammaturgia francese, oggi pressoché dimenticata, e fu tenuto in alta considerazione dal pubblico e dalla critica fra Secondo Impero e Terza Repubblica.
Tramontato il dramma storico e venuta meno la spinta rivoluzionaria che lo sosteneva, la generazione che succede a Hugo rivolge il suo interesse ai temi contemporanei, ma sul piano delle forme fa ritorno al modello classico molieriano, per i contenuti morali, prende a modello il vaudeville per le tecniche compositive, porta a compimento le teorie diderottiane della messa in scena. L’attenzione posta alle questioni d’immediato interesse sociale fa sì che temi e personaggi dei nuovi intrecci riguardino specificamente il milieu borghese: lo stile di vita della buona società francese nella seconda metà del XIX secolo si è omologato su un sistema di valori socialmente condivisi.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.