Poesie del Taiji Quan

Lina Unali

Abstract


Le poesie qui pubblicate dimostrano un grande apprezzamento per la pratica del Tai Chi Chuan (nella grafia cinese moderna Taiji Quan), definibile in breve come felice fusione vissuta nel corpo e nella mente tra elementi culturali e filosofici asiatici di diversa provenienza e in particolare indiani e cinesi. Quella fusione avvenne intorno al XIII secolo. Uno dei tanti miti che la rappresenta indica un gruppo di monaci taoisti guidati da una scimmia che compiono il loro Viaggio a Occidente per prendere gli scritti del Buddha e portarli nei loro monasteri. La forma poetica qui usata rimanda a concetti che è sempre difficile esprimere in modo razionale. Il parlare poetico comunica significati scivolando via dalla definizione pesante e dalla possibile fissità nella formulazione dei concetti. 

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.