Adattamenti, quel che resta del romanzo

Michela Mancini

Abstract


I continui annunci di una crisi o di una fine della critica letteraria rilevano la richiesta di nuovi paradigmi capaci di elaborare strumenti adeguati allo studio della mutazione genetica della specie (genere) romanzo che non ha più confini formali sopravvive e si alimenta in un habitat mediale e si relaziona con il lettore attraverso fenomeni sensoriali/percettivi – sinestesie.

In queste pagine si identifica con il termine global novel una morfologia del racconto che in questi ultimi vent’anni anni ha registrato fervidi mutamenti a partire dalla rivoluzione informatica e dalla costituzione di reti comunicative planetarie dove la simultaneità tra emittente e ricevente ha reso superato il concetto di distanza geografica, ha alterato i tempi di trasmissione dei testi coinvolgendo sempre più i sensi di un lettore disposto a mettere in scena la sua performance interpretativa.


Keyword


romanzo;media;narrazione

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.