Invio di proposte

Invia una proposta

Hai già le credenziali di accesso per Testo e Senso?
Vai al Login

Hai bisogno delle credenziali di accesso?
Vai alla Registrazione

È necessario essere registrati e autenticati per inviare proposte di contributi e controllare lo stato di quelle già inviate.

 

Linee guida per gli autori

Per salvaguardare l’uniformità grafica delle pubblicazioni, Testo e Senso richiede la collaborazione dei propri autori, pregandoli di volersi attenere alle seguenti norme di carattere generale.

Il testo deve essere inviato all’indirizzo alla redazione in formato word, corredato da una scheda contenente i dati dell’autore (nome, cognome, indirizzo, telefono, e-mail, università o altra istituzione d’appartenenza, un breve profilo bio-bibliografico) e da un abstract.

Qualora il saggio contenga immagini o contributi multimediali (filmati, composizioni musicali) è consigliabile prendere contatto con la nostra redazione per programmare la messa a punto della copia e verificare la compatibilità del programma utilizzato con quello adottato dalla rivista. Tale precauzione consentirà di evitare imprevisti nel trattamento dei testi e dei materiali multimediali.

La versione che verrà consegnata si intenderà definitiva.

Variazioni e correzioni straordinarie effettuate su richiesta dell’autore, dopo la messa in rete, verranno eseguite solo dopo aver ricevuto dall’autore l’impegno ad assumersene i relativi costi.

Norme di carattere generale

Formato dei catatteri, spaziatura paragrafi e interlinea

Formato dei caratteri, spaziatura paragrafi e interlinea sono regolati dagli stili presenti nel modello.
In particolare, per titoli, corpo del testo, citazioni, elenchi, applicare:

  • lo stile Titolo 1 per il nome e cognome dell’autore (in corsivo corpo 22);
  • lo stile Titolo 1 per il titolo del contributo (in tondo corpo 26)
  • per l’eventuale sotto-titolo si usi lo stile Normale o Corpo del testo (in corsivo corpo 14);
  • lo stile Corpo del testo per il corpo del testo (in corpo 12)
  • lo stile Elenco per gli elenchi puntati e lo stile Elenco 2 per gli elenchi numerati;
  • per le citazioni riportate andando a capo, lo stile Citazione prosa e lo stile Citazione versi (in corpo 10).

Maiuscole e minuscole

Si faccia uso delle maiuscole soltanto dove sia indispensabile.
Ad eccezione degli acronimi e delle sigle, nessuna parola va scritta interamente in maiuscolo.
Vanno maiuscole le iniziali delle organizzazioni politiche ed economiche (l'Organizzazione delle Nazioni Unite), dei partiti e delle istituzioni culturali (Teatro dell'Opera) e dei movimenti culturali (Post-moderno, Illuminismo, Rinascimento).
Utilizzare correttamente e con uniformità le formattazioni del corsivo, neretto e Maiuscoletto.
Quando si voglia dare particolare rilievo a qualche parola nel testo potranno essere utilizzati gli apici (‘ ’) escludendo l’uso del corsivo che ha altra rilevanza nel contesto della composizione per esempio per la citazione di titoli o per indicare parole straniere nel testo.
Il capoverso deve essere indicato chiaramente, facendo rientrare di una tabulazione la riga.

Accentazioni

Per l’accentazione attenersi al criterio corrente: sempre l’accento grave (città, è, costì, ciò, più); l’accento acuto solo su e chiusa (perché, poiché, giacché, affinché, testé). Naturalmente nei brani dialettali va rispettata l’accentazione fonetica.
Evitare la forma apostrofata del maiuscolo E': ricorrere alla forma È.

Brani riportati

I brani riportati di una certa lunghezza verranno composti in corpo minore del testo. Sarà opportuno formattarli in una o due scalature più piccole rispetto a quella del testo (preferibilmente in corpo 10), ovviamente senza porre le virgolette. I brani riportati brevi, inseriti nel testo, vanno tra doppie virgolette in basso (« »). Se detti brani contengono, a loro volta, altre citazioni, queste vanno contraddistinte con virgolette doppie in alto (“ ”). Le virgolette semplici in alto (‘ ’) devono essere adoperate come precedentemente indicato.
Eventuali omissioni dei brani riportati saranno indicate con tre puntini tra parentesi quadre [...].

Note

Le note vanno collocate in pié di pagina e contraddistinte con numerazione progressiva continua iniziando da 1, capitolo per capitolo: il numero di richiamo deve essere posto in esponente, senza parentesi, dopo un eventuale segno di interpunzione:
Es.: «la citazione del verso,1 anche se frammentaria, ...».

Citazioni bibliografiche

Le citazioni bibliografiche delle note devono essere quanto più è possibile complete di tutti gli elementi, e cioè:

  1. il maiuscoletto, con l’iniziale maiuscola, è il carattere destinato a contraddistinguere gli autori (non i curatori, prefatori, redattori etc. che dovranno essere citati in caratteri normali). Nelle citazioni è preferibile indicare per esteso il nome di battesimo.
    Per le opere miscellanee si eviti l’abbreviazione “AA.VV.”, riportando solo il titolo del volume e il primo cognome degli autori seguito da ‘et alii’;
  2. titolo dell’opera in corsivo;
  3. eventuale indicazione del volume con cifra romana, senza far precedere vol.;
  4. luogo di pubblicazione;
  5. nome dell’editore e, per le edizioni antiche, del tipografo; f) data di pubblicazione; g) eventuale collezione a cui l’opera appartiene, in parentesi tonde e tra virgolette, con il numero arabo o romano del volume; h) rinvio alla pagina (p.) o alle pagine (pp.).

I suddetti elementi vanno separati tra loro da una virgola.

Esempi

  • Benedetto Croce, La poesia di Dante, Bari, Laterza 1943, p. 256.
  • Umberto Eco, Lector in fabula. La cooperazione interpretativa nei testi narrativi, Milano, Bompiani, 1979, p. 35.
  • Luigi Salvatorelli, Profilo della storia d’Europa, II, Torino, Einaudi 1944 («Biblioteca di cultura storica», XV), pp. 809-812; oppure p. 809 sgg. (è preferibile però, precisare sempre le pagine).
  • Alessandro Manzoni, Opere, a cura di R. Bacchelli, Milano-Napoli, Ricciardi 1953 («La letteratura italiana - Storia e testi», 53).

Per gli articoli di riviste

Segnare, come sopra, nome dell’autore in maiuscoletto e titolo dell’articolo in corsivo, il titolo della rivista in tondo tra virgolette « » con le seguenti indicazioni disposte in quest’ordine:

  1. eventuale serie, in cifra romana, con l’abbreviazione s.;
  2. annata o volume della rivista in cifra romana;
  3. anno solare della pubblicazione della rivista in cifra araba;
  4. eventuale indirizzo web.

Esempi

  • Giovanni Tassoni, Le inchieste napoleoniche nei dipartimenti delle Marche, «Lares», XXX, 1964, pp. 173-187.
  • Pietro Quaroni, Neutralità impossibile, «Nuova antologia», LXXXIX, 1954, pp. 451-472.
  • Walter Binni, II teatro comico di Cimiamo Gigli, «La rassegna della letteratura italiana», s. XII, vol. VII, 1959, pp. 417-434.

La citazione bibliografica sarà preceduta da «cfr.» quando si rinvia genericamente al contenuto dell’opera e delle pagine specifiche che si indicano; non sarà preceduto da ‘cfr.’ né da ‘vedi’ o simili quando si riportano passi o frasi contenuti nell’opera a cui si rinvia.

Nota bene:

Si utilizzino
ibid. = per indicare lo stesso luogo o pagina all’interno di un titolo citato;
ivi = per indicare lo stesso luogo con pagina diversa.

Collegamenti ipertestuali a siti web

Indicare l’indirizzo completo della pagina web citata e l’ultima data di consultazione (mese/anno).

Esempio (valido per il testo e per la nota):

  • http://www.sitoweb.it/articolo/index.html (07/06)

 

Lista di controllo per l'invio di una proposta

Gli autori devono controllare la rispondenza della loro proposta di contributo alle richieste seguenti, pena il rifiuto delle proposte che non aderiscano a queste linne guida.

  1. La submission non è stata precedentemente pubblicata, né proposta a un'altra rivista (oppure si fornisce una spiegazione all'editor nei commenti).
  2. Il file di submission è in un formato OpenOffice, Microsoft Word, RTF, o WordPerfect.
  3. Dove possibile, sono stati forniti le URL dei riferimenti.
  4. Il testo ha spaziatura singola; usa un font 12 punti ; impiega il corsivo invece della sottolineatura (eccetto con gli indirizzi URL); e tutte le illustrazioni, figure, e tabelle sono posizionate all'interno del testo nei punti appropriati, piuttosto che alla fine.
  5. Il testo aderisce alle richieste stilistiche e bibliografiche riassunte nelle linee guida dell'autore, che si trova nella pagina di informazioni sulla rivista.
  6. Se si sta facendo la submission a una sezione peer-reviewed della rivista, seguire le istruzioni su Come assicurare una revisione cieca.
 

Informazioni sulla privacy

I nomi e gli indirizzi email inseriti in questo sito della rivista saranno utilizzati esclusivamente per gli scopi dichiarati e non verranno resi disponibili per nessun altro uso.